Berlino

Un freddo week-end a Berlino

Era un giorno talmente normale,  che non mi sembrava vero che avessi già prenotato un altro viaggio! Dopo vari tentativi a cercare il solito low cost che non si trova mai a fariffe davvero convenienti quando lo vuoi, finalmente ero riuscita a trovare qualcosa di interessante.
In poco tempo avevamo coinvolto anche altri amici e decisi per il da farsi avevo confermato tutto, hotel e volo. Prezzo? Economico. Davvero economico in confronto a quello che si trova in giro o a quello che expedia propone come vera offerta da prendere al volo! Volo easyJet praticamente perfetto, puntuale all’andata e al ritorno, poche code, nessun aspetto negativo.
Eccoci, ci siamo, quindi partiamo. E dove andiamo? Berlino? Wow….

Siamo in 4…questa volta. Io Romolo, e una coppia di carissimi amici compagni di 1000 avventure…Stefano e Barbara!

Leggo da per tutto…”Berlino è emozionante. Berlino ha ritmo. Berlino cambia ogni giorno. Vivete Berlino – godetevi la città con la sua incomparabile offerta culturale, la leggendaria vita notturna, le oasi verdi ed i laghi….”

Arriviamo a Berlino venerdì all’ora di pranzo circa, il sole pallido c’è, quindi decidiamo di prendere un taxi e di dirigersi subito in hotel a posare i nostri bagagli. Il taxi si rivela onesto, 40€ in 4 per portarci dall’aeroporto Berlino-Schönefeld fino davanti al nostro hotel situato in Moritzplaz, ad un passo dal centro. L’hotel “Motel One Berlin Mitte”, che assolutamente consiglio a chiunque si trova nel centro della capitale federale, tra Potsdamer Platz e Kreuzberg, non lontano dal distretto governativo e il nuovo centro di Berlino. La comodità maggiore è che la metro la Uban è a 20mt. Supercomodissimo. Economico e anche molto BerlinoStyle…(ovvero moderno-e ben tenuto).Le camere offrono TV al plasma, letto matrimoniale, aria condizionata auto-regolabile, bagno con interni in granito e doccia a pioggia regolabile, e finestre insonorizzanti. Silenziosissimo, come tutta la città e superpulito.Nello spazio One Lounge, che unisce ingresso, caffè per le colazioni e bar, troverete molto spazio e luce, mobili di design moderno, spuntini caldi e freddi 24 ore su 24. Davvero eccellente!!

Web Site: https://www.motel-one.de/2006/home.php?chid=1&m=3

Berlino è la maggiore città e nel contempo un Land della Germania, quindi una città-stato. Capitale federale della Repubblica Federale di Germania e sede del suo governo, è uno dei più importanti centri politici, culturali, scientifici, fieristici e mediatici d’Europa e, dopo Londra, il secondo comune più popoloso dell’Unione europea.
Per chi ama le ricette sostanziose trova pane per i suoi denti nella cucina rustica berlinese, ma i numerosi ristoranti soddisfano tutti i piaceri del palato: esclusivi templi dei buongustai, ristoranti di ogni nazionalità e accoglienti locali vi invitano a gustare le loro specialità. Una particolarità di Berlino è la prima colazione nei caffè, che può essere consumata fino al pomeriggio. Noi la prima colazione la facciamo in hotel perchè compresa nel prezzo della camera, e che dire… non c’è che dire… Ci impiegavamo circa 1 ora ogni mattina per fare la colazione come si deve, senza fretta e senza stress proprio come coccola di prima mattina per iniziare bene la giornata. Berlino ha una rete di trasporti pubblici estesa e molto funzionale. Anche il traffico privato è molto scorrevole. Il sistema di trasporto pubblico si articola in diversi mezzi, fra essi complementari, tutti gestiti dalla BVG (Berliner Verkehrsbetriebe Gesellschaft) ad eccezione della S-Bahn, comunque integrata in un sistema tariffario unico. Io e Barbara ci diamo da fare per far coincidere il tempo ai vari spostamenti al fatto di vedere le cose più interessanti e così via. E diciamo che ci riusciamo egregiamente.
Anche quest’anno la capitale richiama visitatori che accorrono per vivere la “Magia dell’inverno berlinese” con numerose attrazioni. Cinquanta mercatini di natale sparsi in tutte le piazzette e ad ogni angolo fanno dastupenda cornice a questa città che già ci piace.

Andiamo subito a vedere la  porta di Brandeburgo, proseguendo per lo spettacolare parlamento di Berlino! Prima di entrare però al parlamento decidiamo di mangiare qualcosa al posto proprio lì davanti… E’ davvero bello e come tutti gli altri locali, ha delle decorazioni che sembra che sei in una favola! E vai con il primo wrustel e patate fritte…(economico, e si mangia bene)!
Facciamo la fila per il Parlamento di Berlino, unico posto in cui c’è davvero sempre fila, ma ne vale la pena. Andiamo fin sù su… dove c’è una vista spettacolare della città a 360°.. Il rinnovamento architettonico e d’immagine si esplica soprattutto nella nuova cupola dell’edificio costruita con vetro ed acciaio opera dell’architetto-star  Norman Forster. I visitatori di questa spettacolare copertura possono raggiungerla attraverso l’entrata occidentale dell’edificio del Reichtags, dopo aver oltrepassato le ovvie misure di sicurezza e in molti casi dopo aver fatto la file. Alcuni dati sulla cupola: ha un diametro di 38 metri, un’altezza di 23,5 e pesa 1200 tonnellate. Il suo scheletro, come dicevo di acciaio, è costituito da 24 costoni distanti l’uno dall’altro circa 15 gradi e 1,65 metri. Assistiamo a un tramonto stupendo… come a dirci…”Benvenuti a Berlino” Fà freddino, ma sopportiamo, la giornata è già bellissima così siamo tutti felici di essere qui, e devo dire una cosa, anche il freddo qui ha il suo fascino,  perchè dà il piacere di entrare in uno starbucks per una cioccolata calda con panna…!!
Ci spostiamo nel pomeriggio in zona “Potsdamerplatz”. Qui visitiamo tutta la zona, anch’essa con mercatini di natale e ci fermiamo a bocca aperta davanti al Sony Center! Oggi è una delle costruzioni più riuscite della nuova Berlino. Esso è un complesso di edifici con le funzioni più diverse nella cetralissima e molto gettonata Potsdamerplatz. All’angolo Est del complesso si trova la torre delle ferrovie tedesche, la cosiddetta Bahn Tower, mentre all’angolo Ovest chiude il mastodontico progetto la copertura in tenso struttura del famoso Sony Center. Opera dell’architetto Helmut Jahn, il Sony Center attira ogni anno migliaia di visitatori per il suo interesse architettonico, ingegneristico ma anche e soprattutto per la funzione di “piazza” e luogo di divertimento che è riuscito ad assumere sin dalla sua inaugurazione. Attraversiamo la strada e arriviamo in una zona altrettanto bella, dove facciamo una puntatina in un centro commerciale bellissimo soprattutto per gli addobbi, ma la bellezza del posto è sopratutto fuori… nelle stradine colorate e completamente illuminate dalla magia del Natale.
Decidiamo di fermarci al famoso Josty Cafè Restaurant (lo scopriremo solo dopo), proprio all’interno del sony center (http://www.josty-berlin.de/). Usciti andiamo praticamente difronte a vedere un cinema 3d, ragazzi, che cinema… il film un po’ meno.. ma il cinema meritava!!!

Svegli, colazione da paura in hotel e guardando fuori vediamo che nevica…! Non ci facciamo problemi, pronti partenza e via…Passiamo per “CheckPoint Charlie”  noto punto di passaggio sul confine tra i settori, dal 1961 nel Muro di Berlino. In funzione dal 1945 al 1990, collegava il settore di occupazione sovietico (quartiere di Mitte) con quello americano (quartiere di Kreuzberg). Era situato sulla Friedrichstraße, all’altezza dell’incrocio con Zimmerstraße. Vi era ammesso il passaggio solo di militari delle forze alleate, di diplomatici e di cittadini stranieri.
Dopo la riunificazione il punto di controllo venne abbattuto; la baracca di guardia originale oggi si trova nell’Alliertenmuseum; il 13 agosto 2000 ne venne inaugurata una ricostruzione fedele, divenuta in breve tempo di grande richiamo turistico. Proseguiamo a piedi e raggiungiamo un bellissimo negozio di cioccolata dove facciamo qualche acquisto e odoriamo a più non posso.
Prendiamo il bus 100 che fà il giro della città e arriviamo nell’ex zona Ovest di Berlino vicino lo zoo.
Qui, in Breitscheid Platz, si trova la famosissima chiesa lasciata mozzata a ricordo dei disastri della guerra, la Kaiser Wilhelm Gedachtniskirche (chiesa in ricordo dell’Imperatore Guglielmo), con all’interno dei bei mosaici raffiguranti gli Hohenzollern, davvero molto suggestiva. Questa è la zona per lo shopping ed assolutamente da non perdere il KaDeWe (Kaufhaus des Westens), celebre grande magazzino e vanto cittadino. 50.000 mq su sei piani, vi si trova praticamente tutto e il piano gastronomico (il 6°) è un’autentica goduria per gli occhi e il palato! Noi ci fermiamo esattamente al 5° piano in un locale “Kartoffen”dove cucinano davanti a noi, un po’stile harrods e dove ci facciamo una bella scorpacciata di patate!!! Da goduria!!
Si trova in Wittenberg platz (vicino Breitscheid Platz) e negli anni del Muro era certamente sconcertante confrontare il lusso ostentato al KaDeWe con i negozi vuoti dell’Est. Altra zona “favorevole” allo shopping è quella di Friedrichstrasse, traversa di Unter den Linden (quindi nella parte Est) un tempo quattro chilometri di case grigie e scarne vetrine, oggi sfilata di boutique con tra l’altro una grandissima filiale delle Galerie Lafayette di Parigi.
La leggendaria vita notturna berlinese comincia nei nuovi cocktailbar, nei “lounge” e negli after-work e si conclude all’alba nei numerosi club e discoteche. Ma non fà per noi… non abbiamo così tanto tempo…!!
Lo shopping berlinese offre molte attrattive: il famoso Kurfürstendamm, il rinomato KaDeWe, l’elegante Friedrichstraße con le sue esclusive boutique e il nuovo centro commerciale “Arkaden” in Potsdamer Platz. Svariati negozietti offrono anche occasioni, moda locale o oggettini di valore. E i desideri più stravaganti vengono soddisfatti nei numerosi mercatini delle pulci. Torniamo verso il centro con una visitina anche alla zona Nord del Mitte, bellissima a mio parere, dove la cosa più carina è la visita dei famosi “cortili interni di Berlino”. I più famosi I cortili interni di Berlino: Hackesche Höfe, Rosenhöfe, Sophie Gips Höfe, Haus Schwarzenberg. Tra Alexanderplatz e l’Isola dei Musei, nel cuore del Mitte, c’è il vecchio quartiere ebraico con la bella Sinagoga su Oranienburger strasse e il più antico cimitero ebraico della città, oggi ridotto a piccolo giardinetto sebbene una lapide ne ricordi la storia.
Proseguiamo a piedi verso  la famosa ma deludente piazza Alexanderplatz, e decidiamo di non perderci un fantastico spettacolo dentro una balera da veri Crukki!Indescrivibile, da modire dal ridere!!

La domenica mattina si veglia con un po’ di malinconia perchè è l’ultimo giorno, ma la partenza ritardata nel pomeriggio dell’aereo fà si che possiamo sfruttare anche questo ultimo giorno. Decidiamo di fare una puntatina alla parte del muro ancora rimasta presente a Berlino, zona est. Come detto, ora è rimasto poco a ricordare quel tragico passato, il tratto più lungo rimasto del Muro (1,3 km) chiamato East Side Gallery si trova vicino alla fermata Warschauer Strasse della U Bahn. Vista la zona un po’ depressa rispetto al resto di berlino, torniamo al centro e andiamo a fare un giro nella parte ancora non visitata. Nei musei di Berlino sono esposti tesori dell’arte antica e contemporanea, da Nefertiti a Beuys, ma noi abbiamo solamente poco tempo, quindi decidiamo di vivere Berlino in altro modo, ma non facciamo mancare una bella passeggiata di domenica mattina alla zona chiamata “l’isola dei musei”! Gli spettacolari edifici dell’Hamburger Bahnhof e del Museo Ebraico invitano a visitare le loro affascinanti collezioni. Grandi maestri dell’architettura come Schinkel e Knobelsdorff hanno forgiato l’immagine storica della città con il suo classicismo prussiano, mentre architetti contemporanei come Daniel Libeskind e Renzo Piano rappresentano la nuova Berlino.
Arriviamo nella sterminata Alexanderplatz,  col Municipio rosso (Berliner Rathaus), la Fontana di Nettuno, la Marienkirche (la più antica parrocchia cittadina), la torre della Televisione (Fernsehturm, 365 m, visibile da tutta la città e dalla quale si può godere un vasto panorama) e la Stazione ferroviaria.
Tra la Sprea e Alexanderplatz si trova il pittoresco borgo di Nikolaiviertel, con le sue graziose stradine intorno alla chiesa di S.Nicola e numerosi ristorantini, davvero molto carino.

Berlino è una meta turistica molto ambita, con notevole incremento dei pernottamenti negli anni successivi alla riunificazione della città e in particolare dall’inizio del nuovo millennio. All’interesse internazionale per Berlino contribuiscono anche le nuove ed avveniristiche strutture architettoniche. Oltre alla variegatezza dei punti turisticamente ricettivi, situati prevalentemente in centro (ma anche in buona parte della periferia), è da notare l’economicità della capitale rispetto a molte altre metropoli turistiche, europee e non.
Rimango sbalordita da questa fredda città del nord, silenziosamente elegante, la città del giusto mix di vecchio-antico e supermoderno-all’avanguardia l’uno vicino all’altro, come a significare lo scorrere del tempo…

Per noi il tempo è davvero passato in fretta. E’ tempo di tornare e di pianificare il prossimo viaggio!

Share it if Like

7 thoughts on “Un freddo week-end a Berlino

  1. Ciao. Sono capitata nel tuo blog per caso, cercando diari di viaggio su Berlino. Grazie! Le tue parole fanno venire voglia di partire.

  2. Ciao Laura,
    Sono contenta che ti sia piaciuto il mio racconto…
    E’ giusto che ti venga la voglia di viaggiare… e di partire! E’ bellissimo farlo, quindi ti invito a visitare questa stupenda città, che davvero merita.
    Se vuoi dritte su posti e quel che posso consigliarti, chiedi pure…

    Ciao ciao a presto! Grazie del commento!

  3. Visto che ci sono, approfitto ancora per chiederti qualche dritta su alberghi e/o pensioni, dignitosi ed economici. Grazie e buon 2009.

  4. Ciao Laura… scusa il ritardo con cui rispondo ma il periodo delle feste è sempre un periodo molto incasinato.
    Dunque ti suggerisco al volo il mio di hotel. Economico, pulito, bello, comodo perchè vicinissimo alla metro e Bus, e poi perchè c’è una colazione fantastica.
    Ci sono stata solo una volta, quindi non ho molto altro da suggerirti se non la dritta di cercare un hotel vicino ai servizi pubblici, metro o bus.
    🙂 Ciao fammi sapere poi la tua decisione

  5. Ciao anch’io sono capitata qui per caso e come Laura non posso fare a meno di farti i complimenti anch’io per il tuo post. Davvero interessante e ricco di spunti per il viaggio.
    Io sarò nella capitale tedesce per la settimana di Capodanno, speriamo non faccia troppo freddo :p ma ho i miei dubbi.
    Comunque se posso consigliare per un hotel a Berlino io ho usato più di una volta questo sito: http://www.atrapalo.it/hotel/europa/germania/berlino/berlino/ Mi piace perchè ha una ricerca con un sacco di filtri, tutti i prezzi dal più economico al più caro, foto dell’hotel, mappa di dove si trova e commenti degli utenti e poi ce ne sono tantissimi quindi penso che uno che soddisfi le proprie esigenze si trovi.
    Complimenti ancora per il post. 😉

    Saluti
    Marina

  6. Ciao Marina,
    sono contenta del tuo commento e ti ringrazio tantissimo! Scrivere per me è una mezza passione, mi rilassa e al tempo stesso trovo che sia bellissimo dopo un po’ di tempo rileggere post più vecchi e rivivere di nuovo quelle emozioni.
    Capodanno a Berlino sarà bellissimo, sicuramente un po’ di freddo, ma ben bardata vedrai che ti divertirai come non mai. In questi giorni c’è mia mamma con le sue amiche per una gita a Berlino e le prime sensazioni sono fantastiche anche dal suo punto di vista.
    Se poi al tuo ritorno, vuoi aggiungere info, notizie, novità o suggerimenti, puoi farlo tranquillamente attraverso i commenti.

    Grazie ancora, a presto e buon Viaggio a Berlino!
    Valeria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.