Baden-Württemberg (Germania), My Baby, My Trip

Metti un weekend di lavoro in Germania

Come penso di aver spiegato più volte lavoro per una società che ha la casa madre in Germania. Ogni tanto per un corso o come questa volta per lavorare direttamente con i colleghi Tedeschi che sono in qualche modo avvantaggiati. La società per la quale lavoro si trova nella regione Baden-Württemberg. Ai più sconociuta è invece una regione (a mio avviso tra le più belle dopo la Bavaria) da visitare e anche per viverci. Il Baden-Württemberg si trova a sud ovest della Germania e fino al 1952 era diviso in tre stati controllati dagli alleati. Oggi il land tedesco è uno dei cosiddetti “quattro motori dell’Europa” per la sua eccellente economia, dovuta alla presenza di aziende medio piccole ma molto innovative. Il Baden-Württemberg, però, è anche una terra ricca di antiche tradizioni e leggende, soprattutto riguardo la regione dellaForesta Nera. La capitale dello stato èStoccarda e tra le sue città principali ci sono Heidelberg, Karlsruhe e Friburgo(Freiburg im Breisgau). Una curiosità: il Baden-Württemberg è molto conosciuto e apprezzato per la qualità del suo vino bianco. Proprio questa vicinanza all’Olanda o ancor di più alla Francia, manifesta apprezzamenti nel cibo, nella cultura, nel bere vino oltre che un’ottima birra, e nella natura che davvero in questo posto ha dato il meglio di se. Dopo qualche giorno di solitudine a lavoro, mi ha raggiunto la mia famiglia, con l’aereo, e alcuni miei amici con un’altra bimba. Eravamo un bello squadrone. E il divertimento non è mancato. Abbiamo visitato molti paesini nei dintori. Baden-Baden è un noto centro di cura e rinomato centro termale che si trova ai margini occidentali della Foresta Nerasettentrionale nella valle del fiume Oos. Imperatori e principi di tutta Europa soggiornavano presso le sue terme, oggi invece, artisti e notorietà decidono di trascorrerci la propria vita e persone benestanti la scelgono come luogo di villeggiatura. Heidelberg è davvero una magnifica città dai paesaggi incantevoli: la città sorge sulle rive del fiume Neckar, ai piedi del suo storico castello ed è circondata dai boschi e dalle colline del Baden Wurttemberg. Heidelberg è la sede della più antica università tedesca, fondata nel 1386 da Ruprecht I, e di altri prestigiosi centri culturali e scientifici a livello internazionale. Nel corso dell’Ottocento l’università diede prestigio alla città e la presenza di poeti, scrittori, pittori e filosofi fece di Heidelberg un centro del romanticismo tedesco. Oggi l’atmosfera è in continuo fermento grazie alla presenza dei giovani studenti e alle numerose attività culturali che vi si svolgono. Con circa tre milioni di turisti giornalieri, Heidelberg è una delle mete più visitate della Germania, dell’Europa e probabilmente di tutto il mondo. Peccato, però: ad Heidelberg vale la pena di soffermarsi più a lungo. Chi decide di non ripartire immediatamente scoprirà gli angoli meno conosciuti, ma sicuramente più belli, di Heidelberg e si lascerà “contagiare” dal suo stile di vita, per cui la città si distingue da molti altri centri universitari. Va da sé che quando si visita Heidelberg una meta obbligatoria sia il castello, arroccato sul monte Königstuhl, a 70 metri sul fiume Neckar. E in effetti il castello e gli edifici annessi, insieme al ponte Alte Brücke sul fiume Neckar sono alcune delle attrazioni più emozionanti dell’intera Germania. È possibile avventurarsi da soli alla scoperta del castello, ma vi consigliamo di unirvi a una visita guidata. Infatti è fondamentale capire la storia del complesso, che nei 700 anni della sua esistenza è stato testimone di molti eventi importanti. Per sopravvivere agli eventi più turbolenti è probabile che i signori del castello si siano rifugiati più volte nelle cantine. Al loro interno è conservata la botte più grande del mondo: realizzata con 130 tronchi di quercia, lunga oltre otto metri, larga sette e con una capacità pari a 221.726 litri. Il principe elettore Karl Theodor mise a guardia delle botti il nano di corte italiano Perkeo, probabilmente chiamato così per la sua passione per il buon vino: quando gli veniva chiesto se desiderava ancora un bicchiere, rispondeva “perché no?”. Tra le attrazioni più importanti ricordiamo ovviamente anche il festival estivo del castello, uno degli appuntamenti teatrali all’aperto più belli dell’area meridionale tedesca, organizzato per la prima volta nel 1926. Dal castello è possibile percorrere il sentiero Burgweg per raggiungere il centro storico, che oltre alle sue bellezze, ospita un luogo speciale in cui si lascia spazio al ricordo: è il centro culturale e di documentazione Sinti e Rom, che con una mostra permanente racconta ai visitatori il destino dei Sinti e dei Rom nonché la loro persecuzione e lo sterminio operati dai nazisti. La piazza principale del centro storico è la Marktplatz, con una delle splendide fontane di Heidelberg, signorili residenze borghesi, molti caffè e innumerevoli negozietti. E naturalmente la famosa chiesa Heiliggeistkirche. Da qui raggiungerete in pochi minuti la Kornmarkt, ritenuta da molti la piazza più bella di Heidelberg. Durante la Controriforma, la statua della Madonna, realizzata nel 1718 e sorretta da alcuni angeli nella fontana centrale della piazza, doveva riportare sulla retta via i protestanti. Oggi la statua è una delle attrazioni più amate e spesso sulle cartoline si ritrova il motivo “Madonna del Kornmarkt con castello”. Continuando a passeggiare nel centro si incontra la piazza Karlsplatz, in cui spicca una fontana che riprende in maniera giocosa le concezioni della cosmografia del famoso umanista Sebastian Münster. Si tratta di un altro tratto tipico di Heidelberg: oltre ai principi elettori, sono stati soprattutto gli studiosi a influire sulla vita culturale e spirituale della città. L’università, la più antica della Germania, attirò sempre grandi nomi, sia tra gli studenti sia tra i docenti. Tra i più famosi ricordiamo Georg Wilhelm Friedrich Hegel, Robert Bunsen, Max Weber e Karl Jaspers. Oggi sono circa 30.000 gli studenti immatricolati; essi non solo si impegnano nello studio ma animano anche la vita cittadina riempiendo locali e caffè. E il bello è che negli accoglienti locali potrete sentirvi anche voi come uno studente, anche se ormai fuoricorso. Sulla città di Schwetzingen Schwetzingen è una piccola città nella regione di Baden-Württemberg con 22.000 abitanti, a 10 chilometri da Heidelberg. È famosa soprattutto per il suo bel castello che attira turisti da tutto il mondo. In primavera la città ospita il festival di musica classica “Schwetzinger Festpiele” e alla fine di settembre il Festival di Mozart “Mozartfest”. La città è nota anche per la coltivazione degli asparagi, nel centro della città si può vedere addirittura un monumento degli asparagi (Spargeldenkmal).Il parco del castello di Schwetzingen Lo splendido giardino del castello fu costruito tra il 1758 e il 1785 ed è grande 70 ettari. Si tratta di un giardino barocco di stile francese, ma comprende anche un giardino inglese dove le vie e le sponde dei laghetti sono più ondeggianti e più vicine a un paesaggio naturale rispetto alla severa geometricità del giardino francese. Una piccola parte del giardino viene chiamata giardino turco perché ospita un edificio che si ispira a una moschea. Per vedere tutto il giardino con tutti i padiglioni, tempietti, finte rovine ci vogliono alcune ore. Ma vale la pena! WEB GALLERY: https://www.icloud.com/photostream/#A4GqkRUiGoyPZE Facebook Gallery: https://www.facebook.com/media/set/?set=a.756733901043865.1073741853.100001217872132&type=1&l=2fa146b182

Share it if Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.